Economia e lavoro

Ortofrutta in crisi, Coldiretti regala un bouquet di prezzemolo a Emiliano

martedì 19 aprile 2016
L’associazione ha regalato diversi prodotti  a consiglieri regionali, assessori e presidenti di Consiglio e Giunta  per manifestare lo stato di disagio degli agricoltori.

«Chiediamo una maggiore attenzione, maggiore collaborazione con la Regione rispetto a normative che possono aiutare sia la vendita più attenta dei prodotti locali nella grande distribuzione sia nelle mense. Per questo consegneremo al presidente Emiliano un mazzo di prezzemolo riccio per chiedere massima attenzione». Angelo Corsetti, direttore di Coldiretti Puglia, stamattina – dinanzi alla sede del Consiglio regionale pugliese, si è improvvisato commerciante di frutta e verdura.

Nessuno però ha speso un euro: broccoli, pomodori e cavoli sono stati regalati. «Il calo dei prezzi alla grande distribuzione è ingiustificato. i produttori sono alla fame», ha spiegato Corsetti e ha proseguito: «La forbice dalla produzione alla tavola su un euro vede i produttori portare a casa non più di 17 centesimi. Le offerte delle Gdo le pagano le imprese agricole: è un danno enorme»

«Cerchiamo una collaborazione reale da parte della politica regionale  - ha detto Corsetti - nei riguardi di un settore che sta per affrontare due campagne fondamentali: ciliegie e uva da tavola che sono in pericolo a causa delle importazioni dalla Turchia e dalla Grecia».

L’orticoltura rappresenta un comparto fondamentale per l’agricoltura pugliese contribuendo con una quota di oltre il 30 per cento alla formazione del valore aggiunto delle coltivazioni agricole. In Puglia risulta coltivato circa un quarto della superficie complessiva nazionale destinata agli ortaggi. L’ortofrutticoltura è uno dei settori chiave dell’agricoltura pugliese, con un valore nel 2015 di oltre un miliardo di euro.

«Il nostro prodotto ortofrutticolo in questo periodo sta soffrendo e vale oltre un miliardo il fatturato e rappresenta il 7,3 per cento della produzione nazionale. Noi siamo qui per sottolineare al Consiglio regionale l’importanza del settore ortofrutticolo pugliese. Sappiamo che il Consiglio regionale è attento a questo argomento come lo è stato nel 2008 quando approvò una norma che avrebbe dovuto aiutare il consumo delle produzioni tipiche locali ma in questi mesi stiamo riscontrando che pochissimi Comuni usano prodotti locali nelle mense scolastiche, e sono poche anche le imprese della Gdo», ha sottolineato Corsetti e ha concluso: «È praticabile l’ipotesi di preferire nel rilascio delle autorizzazioni, le strutture che intendono valorizzare i prodotti del territorio per assicurare la disponibilità ai consumatori di produzioni fresche e genuine».

 

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
15/06/2017
Sciopero degli straordinari negli uffici postali pugliesi: poco personale e ritardi nelle ...
Economia e lavoro
09/01/2017
Situazione grave in tutte le provincie pugliesi. ...
Economia e lavoro
12/10/2016
L'azienda pugliese conferma il licenziamento di 330 ...
Economia e lavoro
02/10/2016
Parte da Bisceglie, per percorrere tutta la Puglia, ...